Società

di Nathan Algren

SRI LANKA - Dialogo Chiesa-stato

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Le preoccupazioni della comunità cristiana, le strade per affrontare la crisi economica e politica, il contributo delle comunità religiose, dei cristiani in particolare, al bene comune, alla verità e alla giustizia: sono stati questi i temi al centro del colloquio che ieri, 2 ottobre, Harold Anthony Perera, Vescovo di Kurunegala e Presidente della Conferenza episcopale dello Sri Lanka, ha tenuto con il Presidente dello Sri Lanka, Ranil Wickremesinghe, ospitato presso la residenza del Vescovo a Kurunegala, capitale della omonima provincia nord-occidentale.

Dopo l’incontro, il Presidente e Mons. Perera hanno detto di aver avuto “una fruttuosa discussione”, nell’interesse della nazione e della popolazione srilankese, che sta attraversando una fase molto difficile della sua storia, segnata dalla crisi economica e sociale e dalla mancanza di beni di prima necessità. Si tratta del primo incontro tra il Presidente della Conferenza episcopale cattolica e Wickremesinghe, diventato Presidente dello Sri Lanka il 21 luglio scorso, in un momento molto turbolento per la nazione.
Le manifestazioni anti-governative e le proteste senza precedenti nella nazione di 22 milioni di abitanti . che hanno scosso il paese per mesi, a partire dalla primavera 2022, si sono attualmente placate, ma restano acuti i problemi economici, l’inflazione, la carenza di carburante e di medicine mentre, con i prezzi di altri beni di prima necessità saliti alle stelle, il paese e alle prese con una crisi finanziaria ancora irrisolta.
Karu Jayasuriya, ex presidente del Parlamento, ha affermato che oggi i srilankesi che dispongono di mezzi finanziari e i professionisti che possono trasferirsi all’estero, stanno lasciando il paese: oltre 500 medici hanno lasciato il Paese negli ultimi otto mesi, lo stesso accade per gli ingegneri. “Stiamo perdendo le future risorse nazionali del Paese”, ha affermato Jayasuriya.
La Chiesa cattolica prende atto dell’aggravarsi della crisi economica, notando che i ceti medi stanno diventando poveri di giorno in giorno, le persone non hanno accesso al cibo e lottano per la sopravvivenza quotidiana. Niroshani Sumudu, insegnante cattolico, rileva che molti bambini non portano più a scuola la colazione né il pranzo perché “i genitori non possono permettersi di fornire loro pasti nutrienti”, come conferma l’Unicef, segnalando che 2,3 milioni di bambini srilankesi necessitano di assistenza nella nutrizione.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

05/10/2022
2801/2023
San Tommaso d'Aquino

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Storie

Diocleziano ed il martirio dei cristiani

Le maggiori persecuzioni contro i cristiani di cui si hanno chiari resocontia sono state quelle sotto Marco Aurelio, una seconda con Decio e Valeriano e di una terza, detta la “grande persecuzione”, con Diocleziano. Finirono con l’editto di Nicomedia del 311 emanato dall’imperatore Galerio, confermato dall’editto di Milano del 313 promulgato da Costantino I

Leggi tutto

Società

Unicef: più di 635 milioni di studenti colpiti dalla chiusura delle scuole

Nella Giornata Internazionale dell’Istruzione e mentre la pandemia da COVID-19 si avvicina alla soglia dei due anni, l’UNICEF condivide gli ultimi dati disponibili sull’impatto della pandemia sull’apprendimento dei bambini.

Leggi tutto

Chiesa

Svelate al pubblico le carte private di Giovanni Paolo I

Convegno di studi su Giovanni Paolo I che si svolge sulla base delle carte d’archivio ed è interamente dedicato al suo Magistero.

Leggi tutto

Media

Le rare voci fuori dal coro

Oggi sono pochissimi i media che non ripetono i ritornelli del potere. La Croce, in ambito cristiano, lascia spazio ad interventi molto diversificati. Anche consentendo una partecipazione meno ingabbiata da formalismi variamente istituzionali. Il quotidiano contribuisce così profondamente ad una più autentica ricerca del vero. Byoblu ha una linea più predeterminata, ma almeno anche geopoliticamente alternativa ai media mainstream. Per cui pur personalmente condividendo poco di tale testata ne considero l’importanza in quanto voce diversa. Munera è una rivista che perlomeno, come Byoblu, consente commenti liberi anche con aggiunta di link.

Leggi tutto

Politica

Elezioni amministrative 2022, i risultati definitivi

Sindaci di centrodestra a Genova, Palermo e L’Aquila già al primo turno. Sono 13 i ballottaggi nelle 26 città capoluogo al voto

Leggi tutto

Media

Netflix - Bacio gay in un cartone animato

Dopo la Disney ora anche Netflix propone, nella stagione in corso – la quinta – di Jurassic World: Camp Cretaceous, un bacio tra due donne. In particolare tra «due protagoniste queer».

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2023 La Croce Quotidiano