Storie

di Giuseppe Udinov

Uganda: l’allarme dei vescovi

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

“Negli ultimi dieci anni, il nostro Paese ha proseguito su una traiettoria positiva sotto molti aspetti” affermano i Vescovi dell’Uganda nel messaggio per i 60 anni d’indipendenza del Paese. Facendo un confronto con quanto scrivevano nel 2012, in occasione del 50esimo dell’indipendenza, i Presuli affermano che il Paese ha fatto progressi di carattere economico e sociale, rimanendo “un’oasi di fede in un mondo che continua a diventare sempre più laico, nel quale il bisogno di Dio è ridotto o assente”.

“Le nostre chiese e moschee continuano a riempirsi di fedeli nei giorni di culto. Le diverse fedi possono esprimersi pubblicamente senza timori di rappresaglie o persecuzioni” sottolineano. “Per questo ringraziamo Dio e continuiamo a pregare affinché questa nazione continui ad essere la stella splendente in cima a una collina che sta diventando sempre più secolare”.
Sul piano economico, negli ultimi dieci anni ci sono stati segnali positivi di crescita. Il governo ha continuato ad attrarre nuovi investitori grazie ai quali sono spuntati diversi parchi industriali nel Paese, mentre l’agricoltura ha beneficiato della meccanizzazione e della creazione di un’industria agroalimentare.

I progressi economici sono però messi a rischio dalla pandemia da Covid-19 degli ultimi due anni. “Come il resto del mondo, anche il nostro Paese continua a risentire degli effetti del Covid-19” ricordano i Vescovi. “Non possiamo non citare le terribili conseguenze del Covid-19 sui bambini che hanno subito un forte deterioramento dell’istruzione. (Durante i mesi di confinamento) molte ragazze sono rimaste incinte e sono diventate loro stesse madri-bambine. È necessario raggiungere e offrire supporto psicosociale a queste ragazze il cui trauma durerà per molti anni”.

“A causa dell’impatto della pandemia di Covid-19, e della tragica guerra della Russia contro l’Ucraina, la nostra economia sembra essere in caduta libera” rimarcano. “Molte aziende sono ferme; i prezzi dei beni di prima necessità sono alle stelle. I prezzi dei carburanti stanno soffocando ogni settore dell’economia, e questi sono davvero tempi incerti per il nostro Paese. Con un’economia in crisi, sono in aumento insicurezza, rapine e corruzione”.

Altra nota negativa è l’aumento “preoccupante” negli ultimi dieci anni dell’accaparramento di terre. “Nella nostra lettera pastorale di 10 anni fa, auspicavamo la pace, la riconciliazione e il dialogo tra tutti i gruppi religiosi, politici, sociali ed etnici del Paese” ricordano i Vescovi. “Dopo 10 anni, assistiamo al persistere del tribalismo, del nepotismo, dell’intolleranza e dell’indifferenza. Siamo divisi per affiliazione politica, religiosa, tribale, etnica e regionale. Questo porta all’individualismo, all’avidità, all’insicurezza e alla corruzione. Il dialogo dovrebbe offrirci i mezzi per risolvere differenze e conflitti”.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

12/10/2022
0302/2023
Santi Biagio e Angsario (Oscar)

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Chiesa

La via stretta tra fatalismo e interventismo

Dopo il massacro di cristiani in Kenya e le parole forti di Papa Francesco, ora la parola è alla comunità internazionale. Ma scegliere la strada giusta è una sfida che riguarda prima di tutto la Chiesa

Leggi tutto

Politica

Il Reddito di maternità è contro l’aborto

È stato pubblicato il report ufficiale Istat sull’applicazione della legge 194, rilanciato in un documento a firma del ministro Grillo. Dell’aborto è ormai politicamente impossibile parlare, ma la proposta legislativa d’iniziativa popolare del Popolo della Famiglia – l’istituzione del Reddito di maternità – potrebbe avere un effetto realmente disincentivamente rispetto al ricorso all’aborto.

Leggi tutto

Media

CNR - CONTAGIO IN ARIA INDOOR: QUASI AZZERATO DALLE NORME

Mensa, parrucchiere, centri commerciali. Venezia-Mestre, Bologna, Lecce. Con mascherina, distanziamento e ricambio d’aria, nei luoghi pubblici al chiuso il rischio di trasmissione in aria del Sars-Cov-2 è risultato inferiore al minimo rilevabile. Lo evidenzia uno studio condotto per la prima volta in Italia, dagli Istituti di Scienze dell’atmosfera e del clima e di Scienze polari del Cnr, Università Ca’ Foscari Venezia e Istituto Zooprofilattico sperimentale della Puglia e della Basilicata, pubblicato su Environmental Science and Pollution Research.

Leggi tutto

Società

Test possibili per il Green pass

Novità: ai fini della richiesta del Green pass “sarebbe possibile sostituire il test antigenico rapido con un particolare tipo di test salvare molecolare, detto di ‘pooling’”, ossia un test che analizza contemporaneamente piu’ campioni e che segnala, in ciascun gruppo esaminato, l’eventuale presenza di casi positivi per un ulteriore verifica.

Leggi tutto

Società

Piemonte: è allarme nascite

Solo 27 mila neonati nel 2020, mai così pochi. Negli anni Sessanta superarono la soglia dei 60 mila

Leggi tutto

Società

Africa: in crescita le spese militari

Le spese militari stanno indebolendo la capacità dei responsabili politici locali di effettuare investimenti pubblici in infrastrutture vitali per lo sviluppo economico e il miglioramento delle condizioni di vita delle loro popolazioni. Questo a sua volta genera malcontento e frustrazione specie tra i giovani, alcuni dei quali vanno ad alimentare i gruppi di guerriglia che operano nella regione.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2023 La Croce Quotidiano