Chiesa

di Tommaso Ciccotti

Papa Francesco ed il Rosario per la pace

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

La guerra in Ucraina e la sua devastazione ma anche le sofferenze dei popoli che vivono sulla loro pelle le conseguenze del conflitto sono un pensiero ricorrente per Papa Francesco. Anche dopo l’Angelus ricordando l’iniziativa “Un milione di bambini recita il Rosario per la pace nel mondo”, promossa da Aiuto alla Chiesa che soffre, e in programma martedì 18 ottobre, si sofferma su questi aspetti.

Grazie a tutti i bambini e le bambine che partecipano! Ci uniamo a loro e affidiamo all’intercessione della Madonna il martoriato popolo ucraino e le altre popolazioni che soffrono per la guerra e ogni forma di violenza e di miseria. Miseria che è al centro della Giornata Mondiale del Rifiuto della Miseria e che ricorre domani. “Ognuno – afferma il Papa - può dare una mano per una società dove nessuno si senta escluso perché indigente”.

Infine il Papa ricorda la beatificazione, oggi pomeriggio a Boves, in provincia di Cuneo, di don Giuseppe Bernardi e don Mario Ghibaudo, parroco e viceparroco, uccisi in odio alla fede nel 1943. Francesco esorta a guardare alla loro testimonianza di vicinanza ai fedeli in un momento di grave difficoltà.

Nell’estremo pericolo non abbandonarono il popolo loro affidato, ma lo assistettero sino all’effusione del sangue, condividendo il tragico destino di altri cittadini, sterminati dai nazisti. Il loro esempio susciti nei sacerdoti il desiderio di essere pastori secondo il cuore di Cristo, sempre accanto alla propria gente. Un applauso ai nuovi Beati!

Un saluto il Papa lo rivolge anche alla banda musicale di Friburgo, al Coro “Comelico” di Santo Stefano di Cadore, all’Associazione Milizia dell’Immacolata, e ai rappresentanti della Confederazione spagnola.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

17/10/2022
2102/2024
Sant'Eleuterio

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Storie

Congo, la Chiesa prega per la pace nell’Est del Paese

Il vescovo di Goma, monsignor Willy Ngumbi Ngengele: “La città è una polveriera che potrebbe esplodere in una guerra civile in qualsiasi momento”

Leggi tutto

Società

Francesco, la Chiesa, il potere e la coscienza

Rinnovate polemiche sulle dichiarazioni di Papa Francesco di ritorno dal Messico. Titoli divisi tra “Non mi immischio” e “Trump non è cristiano”, ma quando il problema non è di buona o cattiva fede è proprio il concetto di “coscienza” a risultare pressoché alieno, malamente rimpiazzato com’è da “privacy”. In un mondo in cui lo smartphone è diventato il “sacramento della coscienza”, i continui rinvii del Pontefice tracciano un Leitmotiv del magistero

Leggi tutto

Chiesa

Giovani, emergono padri sinodali in gamba

Muove i primi passi, in Vaticano, il “sinodo sui giovani” (e la fede e il discernimento vocazionale), e se certe testate a caccia di click raccontano il solito episcopato proteso all’erosione delle salutari esigenze della vocazione cristiana la realtà dei fatti dice anche altro: presentiamo ai lettori italiani il vescovo di Los Angeles. Giovane, fresco, comunicativo. E felicemente sodo nei contenuti.

Leggi tutto

Storie

HAPPY HOUR, L’EPIDEMIA DISTOPICA DI FERRUCCIO PARAZZOLI

Ci si sveglia un giorno a caso in una qualunque periferia dell’Occidente medicalizzato, l’Occidente iperconnesso del XXI secolo, e di colpo la bolla patinata d’onnipotenza transumanista è svanita: basta un ridicolo microrganismo, un miasma invisibile a seminare un panico atavico.

Leggi tutto

Politica

INSEGNAMO AI GIOVANI CHE LA POLITICA E’ LA PIU’ ALTA FORMA DI CARITA’.

La politica non deve essere una caccia al poteree d alle poltrone, ma una forma di carità.

Leggi tutto

Chiesa

Vaticano: arrivato l’albero di Natale

È arrivato all’alba a Roma l’albero di Natale che dal 10 dicembre illuminerà piazza San Pietro. È un maestoso abete rosso di 113 anni, alto 28 metri per un peso di 80 quintali

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2024 La Croce Quotidiano