Storie

di Nathan Algren

India - Pastore arrestato con l’accusa di conversioni

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

La polizia del distretto di Varanasi, nell’Uttar Pradesh, ha arrestato il pastore Chhotelal Jaiswar, residente nel villaggio di Barwa a Sindhora. A denunciarlo sono stati alcuni gruppi della destra nazionalista che sostengono stesse invogliando le persone ad abbracciare la fede cristiana allettandole con donazioni da 50mila rupie (circa 620 euro).

La polizia ha dichiarato che è stato interrogato e che saranno presi provvedimenti contro di lui. Nella loro denuncia, Hindu Jagran Manch e Dharma Jagran Seva sostengono di aver colto in flagrante il pastore della chiesa e di averlo consegnato alla polizia. Secondo quanto da loro dichiarato Jaiswar avrebbe dato 2mila rupie a tre giovani del villaggio di Thana Phulpur promettendo loro il resto della somma il 16 ottobre quando “il programma di conversione sarebbe stato formalmente completato” nella chiesa Sarva India Ministry a Babatpur. All’appuntamento i giovani si sarebbero però presentati con due dirigenti delle organizzazioni indù.

Sajan K George, presidente del Global Council of Indian Christians (GCIC), ha commentato la vicenda ad AsiaNews: “Queste accuse di conversioni sono inventate e prive di fondamento. I pochi cristiani pentecostali dell’Uttar Pradesh vivono nella paura e nell’insicurezza a causa dei vigilantes della destra nazionalista. Inoltre, i credenti stessi vivono in condizioni di povertà, quindi è impossibile per loro adescare qualcuno con il denaro. La nuova legge anti-conversioni dell’Uttar Pradesh, approvata nel 2021, proibisce la conversione illegale da una religione a un’altra mediante travisamento, forza, influenza indebita, coercizione o con qualsiasi mezzo fraudolento. Ma viene utilizzata impropriamente come strumento di molestia: sulla base di una semplice denuncia verbale, le funzioni dei cristiani vengono interrotte e i credenti arrestati”.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

18/10/2022
2202/2024
Cattedra di S. Pietro

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Storie

India - Distrutta la statua di san Sebastiano in una chiesa

Distrutta la statua di san Sebastiano in una chiesa cattolica in Tamil Nadu. Autori due sconosciuti.

Leggi tutto

Società

India: allarme malnutrizione infantile

Negli ultimi tre anni oltre 6mila bambini sono morti a causa della denutrizione nello Stato di Mumbai. Molti di loro provenivano da famiglie tribali, con genitori a loro volta vittime di matrimoni precoci

Leggi tutto

Storie

India - Accoglienza del St. Catherine alle ragazze madri vittime di violenza

“Accogliamo la vita. E le aiutiamo a capire che qui insieme ai loro bambini sono al sicuro”.

Leggi tutto

Politica

Minacce alla consigliera anti-Islam

«Giuro che ti decapitiamo», «Ti aspettiamo sotto casa tua», «Molestiamo tuo figlio», «Devi bruciare». «Sono alcune delle minacce di morte tra i tanti insulti che ho ricevuto negli ultimi giorni sui social network. Provengono per la maggior parte da giovani ragazzi di origine straniera e probabilmente di seconda generazione». La denuncia è di Silvia Sardone (nel tondo) eurodeputata della Lega, di nuovo nel mirino degli haters.

Leggi tutto

Storie

India - Il giorno di Ayodhya

Le parole del premier Modi alla consacrazione del Ram Mandir, il nuovo tempio simbolo dell’India nel luogo conteso con i musulmani: “Ram è finalmente tornato, l’inizio di una nuova era”. Mons. Mathias: “Si realizzi il sogno di Gandhi che nel nome di questa divinità voleva una coesistenza pacifica”

Leggi tutto

Chiesa

Coe:appello per la pace in Etiopia e in Terra Santa

l Comitato Esecutivo del Consiglio Ecumenico delle Chiese - Coe, esprimono solidarietà per il popolo etiope, che sta affrontando una grave crisi, unendosi alle preghiere delle Chiese locali ed evidenziano gli ostacoli che in Terra Santa impediscono una pacifica convivenza fra israeliani e palestinesi.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2024 La Croce Quotidiano