Storie

di Giuseppe Udinov

Messico: allarme violenza domestica

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Secondo l’Istituto nazionale messicano di sanità pubblica e il Fondo delle Nazioni Unite per l’infanzia, solo 3 bambini su 10 vengono educati in un ambiente privo di violenza. Ciò significa che il 70% dei bambini in Messico vive subendo qualche tipo di violenza fisica, psicologica o simbolica. Altri dati vengono dall’indagine sulla coesione sociale per la prevenzione della violenza e della delinquenza dell’INEGI: il 50% dei giovani tra i 12 e i 29 anni vive situazioni di conflitto costante. Di questa percentuale, il 44,2% evita di vivere con i propri parenti a causa di queste situazioni di conflitto, il che favorisce il consumo di sostanze che creano dipendenza, nei bambini e negli adolescenti.

Queste statistiche vengono citate dall’ultimo numero del settimanale cattolico dell’Arcidiocesi di Mexico, “Desde la fe”, che richiama l’attenzione sulla violenza domestica. La scorsa settimana, riporta l’editoriale, le chiese del Messico hanno vissuto la “Giornata mensile di preghiera”, che in questa occasione mirava a invocare Dio per tutte le persone che subiscono la violenza domestica e la disgregazione del tessuto sociale. “Alla Vergine di Guadalupe è stato anche chiesto di illuminare e guidare le famiglie perché continuino a costruire la pace a cui anelano”.

Le “Giornate mensili di preghiera” sono nate in seguito all’assassinio dei due sacerdoti gesuiti nel giugno 2022 per iniziativa della Conferenza Episcopale Messicana (CEM), dalla Compagnia di Gesù in Messico e dalla Conferenza dei Superiori Maggiori dei Religiosi del Messico (CIRM), al fine di sensibilizzare sulla realtà che la pace, come dono di Dio, viene costruita in tutti gli ambiti.

Riguardo poi alla violenza contro le donne, il settimanale cattolico messicano evidenzia che il numero di donne che vengono malmenate all’interno della loro casa è allarmante. Sono le principali vittime di violenza domestica con il 70,7% dei casi, secondo il Sistema nazionale per lo sviluppo integrale della famiglia. “Per molte donne, la casa è piuttosto un campo di guerra dove subiscono gravi ferite di ogni tipo, dove è più facile suicidarsi come apparente via d’uscita dal loro dolore, e dove purtroppo alcune trovano la morte a causa delle brutali percosse inflitte dai loro partner. La violenza domestica è un fenomeno estremamente complesso, e quindi la soluzione richiede molteplici approcci e un lavoro interdisciplinare congiunto da parte di vari organismi sociali, politici e religiosi”.
Citando le parole del Vescovo ausiliare di Mexico, Luis Manuel Pérez Raygoza, il settimanale invita, come società, a prendersi cura della propria famiglia, a denunciare persone e situazioni che favoriscono la crescita del problema, a rafforzare l’educazione, a esigere l’amministrazione della giustizia, il rispetto dei diritti umani e l’attenzione alle vittime. “Come popolo prevalentemente cattolico – conclude l’editoriale -, possiamo anche contribuire in modo significativo proclamando e offrendo l’unica forza capace di guarire e trasformare i cuori dalla radice: l’amore di Dio, e favorendo il più possibile che i perpetratori si aprano all’azione di Dio e guariscano nelle profondità del cuore”.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

27/03/2023
2202/2024
Cattedra di S. Pietro

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Storie

Sandokan era un vescovo italo-spagnolo

Sandokan il pirata creato da Emilio Salgari era un vescovo!  Infatti le memorie di Carlos Cuarteroni, di Cadice, ispirarono a Emilio Salgari le avventure del pirata. Secondo quanto ricostruito Emilio Salgari, era un attento topo di biblioteca, nelle cui mani capitò un incredibile rapporto presentato a Papa Pio IX nel 1849. Quando lo lesse, credette sicuramente che gli fosse caduto un dono dal cielo tra le mani. Il contenuto di quel rapporto erano le memorie di un marinaio spagnolo che dopo mille incredibili avventure era diventato frate trinitario e Prefetto Apostolico, e si dedicava a lottare contro il traffico di schiavi nel Borneo, a Sumatra e in Malesia.

Leggi tutto

Politica

Esempi di informazione

L’informazione e le sue “curiose” notizie

Leggi tutto

Storie

Pakistan - Madre cristiana accusata di blasfemia

Shagufta Kiran è stata arrestata a luglio dell’anno scorso per aver presumibilmente fatto circolare contenuti blasfemi su Whatsapp. La prima udienza il 23 maggio.

Leggi tutto

Storie

Pennsylvania: non esiste diritto all’aborto

Decisione storica del Senato della Pennsylvania, che lunedì scorso ha prima presentato e poi votato - con 29 voti favorevoli e 20 contrari - un emendamento costituzionale statale per impedire agli attivisti abortisti di avanzare proposte di legalizzazione dell’aborto fino alla nascita e dunque, di conseguenza, eviterebbe ai contribuenti di dover pagare per questo.

Leggi tutto

Storie

Si fa rimuovere organi sessuali ma poi se ne pente

Il Daily Mail ha recentemente riportato il caso di un giovane britannico, a cui sono stati rimossi i genitali durante un intervento chirurgico di riassegnazione di genere, che sì è pentito di averlo fatto e che ha citato in giudizio il sistema sanitario nazionale (SSN) per il fatto di non essere stato informato adeguatamente su tutte le conseguenze dell’operazione.

Leggi tutto

Storie

Guatemala, i vescovi e la pace

Il Guatemala si trova al posto più basso in America Latina per lo sviluppo umano, e sebbene tanti problemi siano storici, aggravati dalla attuale situazione, i governi hanno fatto piani per risolverli a corto raggio e per fini elettorali.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2024 La Croce Quotidiano