Storie

di Tommaso Ciccotti

Papa Francesco invia i farmaci per i terremotati

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Ancora una volta dopo il devastante sisma del 6 febbraio scorso che ha sconvolto la Siria e la Turchia con più di 50mila vittime, il Dicastero per il servizio della carità sta provvedendo, su mandato del Papa, ad inviare a Istanbul nuovi bancali di medicine. Si tratta di 10mila farmaci che sono stati acquistati su indicazione dell’Ambasciata della Turchia presso la Santa Sede che ha il polso della situazione nel Paese. Alla Siria, sconvolta dal terremoto e dalla guerra con 15 milioni di persone in difficoltà, sono arrivati già in passato gli aiuti economici del Papa grazie alla Nunziatura apostolica che provvede poi ad impiegarli a favore della popolazione.

“Inviamo gli aiuti attraverso gli aerei di linea turche – sottolinea il cardinale Konrad Krajewski, Elemosiniere del Papa – facendo attenzione all’altezza dei bancali e al peso. Una cura che è possibile grazie all’aiuto dei volontari”. Già dopo il sisma che in Turchia ha provocato quasi 2milioni di sfollati, l’Elemosineria si era mossa inviando non solo farmaci ma soprattutto cibo in scatola come riso e tonno, magliette termiche, pannolini e molto altro materiale capace di resistere al tempo e anche al freddo. Contemporaneamente aveva preso il via la missione in Siria e in Turchia del prefetto del Dicastero per le Chiese Orientali, monsignor Claudio Gugerotti.

La scorsa domenica in tutte le chiese italiane sono state raccolte le offerte da destinare, secondo le indicazioni della Cei, per le popolazioni della Turchia e della Siria “come segno concreto di solidarietà e partecipazione di tutti i credenti ai bisogni, materiali e spirituali” dei terremotati. È comunque possibile continuare a donare fino al 30 aprile 2023 anche utilizzando il conto corrente postale n. 347013, o donazione on line tramite il sito www.caritas.it o bonifico bancario specificando nella causale “Terremoto Turchia-Siria 2023”. Per far fronte alle prime urgenze, la Cei ha disposto un primo stanziamento di 500.000 euro dai fondi dell’8xmille.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

28/03/2023
2406/2024
Natività di San Giovanni Battista

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Chiesa

Il Papa e i giovani, nuovo podcast

n vista della Gmg, una nuova puntata di Popecast: dialogo a distanza tra Francesco e un gruppo di ragazzi e ragazze che si confida e si racconta. Tra loro un disabile transgender, due detenuti, una ragazza con disturbi psicologici, un adolescente che passa il tempo ai videogiochi. Il Papa ascolta, consola, incoraggia

Leggi tutto

Chiesa

Papa Francesco e la Messa a Marsiglia

Euforia e tanta folla per la Messa con Papa Francesco a Marsiglia. Ecco le parole del pontefice.

Leggi tutto

Storie

I cristiani siriani sono vicini alla gente che soffre in Terra Santa

“Siamo vicini alla gente che soffre per la violenza e per la guerra in Terra Santa. Non possiamo che pregare per la pace. Ci uniamo spiritualmente e concretamente a tutti i fedeli che il 17 ottobre e nei giorni successivi vivranno giornate e momenti di preghiera e digiuno per la pace. Desideriamo la pace per la Terra Santa, come il bene più grande, come dono di Dio”, dice monsignor Mounir Saccal, Vicario generale dell’eparchia siro-cattolica di Aleppo e Direttore nazionale delle Pontificie Opere Missionarie in Siria.

Leggi tutto

Chiesa

Papa; l’equilibrio di un cristiano sta nello slancio della carità

Nella catechesi all’udienza generale in Piazza San Pietro, il Papa presenta la figura della francese Madeleine Delbrêl, esempio di passione nell’annuncio del Vangelo che definiva la sua una “spiritualità della bicicletta”: soltanto in cammino, in corsa, si può vivere la stabilità della fede, se uno si ferma la perde

Leggi tutto

Chiesa

Don Centofanti: Vangelo di martedì 5 dicembre e commento

Lc 10,21-24 Martedì 5 dicembre 2023, Martedì della I settimana di Avvento

Leggi tutto

Chiesa

Papa Francesco a Natale: ‘Basta logica delle armi

Nel messaggio Urbi et Orbi le “stragi di innocenti nel mondo: nel grembo materno, nelle rotte dei disperati in cerca di speranza, nelle vite di tanti bambini la cui infanzia è devastata dalla guerra”

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2024 La Croce Quotidiano