Politica

di Roberto Signori

Portogallo ed eutanasia

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

La Conferenza episcopale portoghese esprime “profondo rammarico” per la legalizzazione dell’eutanasia e del suicidio assistito da parte dell’Assemblea della Repubblica nel Paese, promulgata il 17 maggio dal Presidente della Repubblica, dopo l’approvazione venerdì scorso 12 maggio dalla maggioranza assoluta dei deputati. “La vita umana è indifesa e subisce un grave attacco al suo valore e alla sua dignità”, affermano i vescovi, sottolineando che con la legalizzazione dell’eutanasia “si infrange il principio fondamentale dell’inviolabilità della vita umana e si aprono porte pericolose per un ampliamento delle situazioni in cui si può chiedere la morte assistita”.

L’episcopato portoghese ricorda in una nota le parole di Papa Francesco nell’udienza del 13 maggio scorso in Vaticano con l’UMOFC, quando, dopo la conferma parlamentare sulla morte medicalmente assistita, ha detto: “Oggi sono molto triste, perché nel Paese dove è apparsa la Madonna è stata varata una legge per uccidere. Un ulteriore passo nella lunga lista di paesi con eutanasia”. “Con la depenalizzazione dell’eutanasia - si legge nel comunicato - la vita umana è priva di protezione e subisce un grave attacco al suo valore e alla sua dignità. La morte è ora presentata come una soluzione al dolore e alla sofferenza, invece di promuovere cure palliative umanizzanti fino al termine naturale della vita”.

I vescovi ribadiscono ancora una volta “l’appello alle famiglie e agli operatori sanitari, ai quali deve essere sempre garantita l’obiezione di coscienza, a respingere con decisione le possibilità aperte dalla legalizzazione dell’eutanasia”. “Nella certezza che l’entrata in vigore di questa legge rappresenti un chiaro scacco di civiltà - concludono -, manteniamo l’auspicio che essa possa essere revocata e che la vita umana, che è un dono inestimabile, sia nuovamente valorizzata e difesa in tutte le sue fasi”.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

19/05/2023
2902/2024
Sant'Augusto Chapdelaine martire

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Società

Eutanasia barbara inciviltà

Non bisogna punire il dottore, ma il caso va trasferito alla Corte perché ci sia chiarezza su quali poteri ha e non ha un dottore quando si parla di eutanasia e pazienti che soffrono di demenza acuta”.

Leggi tutto

Società

La morte vince sulla giustizia?

Il processo a Marco Cappato si sta rivelando per la passerella di radicali che a suo tempo annunciammo. Fummo facili profeti: ieri il PM Tiziana Siciliano ha chiesto l’assoluzione per Marco Cappato, addirittura arrivando a dire che «oggi lo Stato è Marco Cappato», e torcendo nella sua arringa le parole di Primo Levi e di Thomas More. L’alternativa è rivedere direttamente l’art. 580.

Leggi tutto

Società

TRE CIFRE, TRE LETTERE, FORSE UNO SPIRAGLIO ?

C’è un sistema fatto di persone che hanno dimenticato la civiltà e il senso dell’umano, c’è un insieme di funzioni, di uffici, di scrivanie popolati dal genere umano che di umano pare avere ben poco in particolar modo se l’umano da “trattare” è l’infanzia, l’infanzia in senso lato.
Pensiamo a come ogni tassello sia al suo posto e a come il valore più importante quale il tempo venga dilatato e reso “biblico”… i giorni i mesi e gli anni si sommano ora dopo ora,  i figli sono strappati dilaniati psichiatrizzati psicologizzati nel tentativo di cancellare colei che ha donato loro la vita.

Leggi tutto

Politica

Vittorie e proposte

Temiamo fortemente che in una famiglia modesta con mamma e papà impiegati questo comporterà un peggioramento delle condizioni, vista la cancellazione di ogni bonus e detrazione. Servire altro. Con i tre miliardi stanziati dalla manovra 2021 per l’assegno per il figlio si può subito varare la storica proposta del Popolo della Famiglia: il reddito di maternità, mille euro al mese per le mamme che si dedicheranno in via esclusiva alla cura dei figli, riconoscendone dunque pienamente il ruolo effettivamente lavorativo ad alta valenza sociale.

Leggi tutto

Storie

Sul filo del rasoio

Sei abituato a viaggiare sul filo del rasoio… e a volte oltre. Questo, però, ti fa sentire vivo. I graffi e le cicatrici che hai te lo ricordano molto concretamente. Gli ematomi, le ferite e le fratture fanno male ma sono parte integrante del gioco… sono la vita. Senza di loro non conosceresti i tuoi limiti e penseresti di
essere invincibile… di essere il dio della tua vita.

Leggi tutto

Chiesa

ETIOPIA - La Chiesa “soffre e condivide ansie e dolori dell’umanità”

La lettera, pervenuta all’Agenzia Fides, è indirizzata a “tutto il clero cattolico, religiosi e religiose, credenti laici e persone di buona volontà” e giunge a al termine di un anno segnato dall’escalation militare che ha visto fronteggiarsi l’esercito regolare e i ribelli del TPLF (Fronte popolare di liberazione del Tigray) senza esclusione di colpi.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2024 La Croce Quotidiano