Chiesa

di Giampaolo Centofanti

Don Centofanti: Vangelo e commento di martedì 6 giugno

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Mc 12,13-17 Martedì 6 giugno 2023, IX settimana del tempo ordinario, anno dispari

In quel tempo, mandarono da Gesù alcuni farisei ed erodiani, per coglierlo in fallo nel discorso.

Vennero e gli dissero: «Maestro, sappiamo che sei veritiero e non hai soggezione di alcuno, perché non guardi in faccia a nessuno, ma insegni la via di Dio secondo verità. È lecito o no pagare il tributo a Cesare? Lo dobbiamo dare, o no?».

Ma egli, conoscendo la loro ipocrisia, disse loro: «Perché volete mettermi alla prova? Portatemi un denaro: voglio vederlo». Ed essi glielo portarono.

Allora disse loro: «Questa immagine e l’iscrizione, di chi sono?». Gli risposero: «Di Cesare». Gesù disse loro: «Quello che è di Cesare rendetelo a Cesare, e quello che è di Dio, a Dio».

E rimasero ammirati di lui.

***

La benevolenza tende a comprendere l’intenzione buona dell’altro, specie quando la sua vita complessiva la testimonia. Motivazioni malevole invece cercano di cogliere il male e magari di dimostrarlo anche dove non c’è. La varia negatività porta a vedere nell’altro quello che in realtà si sta vivendo nella propria esistenza. Farisei ed erodiani avevano il denaro, Gesù no.

Ma in questo brano emerge soprattutto la sapienza miracolosa di Gesù che orienta verso un discernimento spirituale e umano concreto, equilibrato, al punto che anche oggi la stessa Chiesa scopre di poter attingere sempre meglio al Gesù dei vangeli.

Pensiamo al problema decisivo della scuola negli ultimi cento anni. Prima si è voluta trasmettere la fede a tutti. Poi, compresa la necessità di rispettare la libera ricerca dei non cristiani, si è accettato il falso neutralismo razionalista, dove per rispettare la visione di ciascuno non si è aiutati a crescere in una personale libera identità spirituale, filosofica. La cultura ridotta a ragionamenti astratti, apparentemente neutri, svuota le persone. Poi, cercando di uscire dai ragionamenti astratti, si è talora cercato di fare incontrare gli studenti nello scambio concreto tra loro, nell’accoglienza delle visuali di ciascuno. Ma lo scambio senza il distinto e previo momento della formazione nella identità liberamente cercata diventa una nuova forma di svuotante omologazione.

Invece la formazione identitaria aiuta a maturare nei riferimenti profondi e l’altro, distinto, momento dello scambio aiuta a cercare di uscire dalle astrazioni, dall’identità ideologica, perché orienta a prendere da ciascuno l’autenticamente umano. Gesù aiuta ad unire e distinguere i piani della vita, a non considerarne solo alcuni, a non confonderli…

Un uomo, che noi cristiani crediamo anche Dio, vissuto 2000 anni orsono ancora ci è avanti…

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

06/06/2023
2102/2024
Sant'Eleuterio

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Politica

Cassero, il delirio continua: “La Chiesa inquina con la sua ortodossia”

Replica delirante e unitaria di tutte le associazioni LGBT a difesa della vergognosa iniziativa blasfema del circolo gay di Bologna

Leggi tutto

Storie

Matrimonio lesbico in una chiesa di Macerata

Non lo è dal punto di vista giuridico (per quanto i nominalismi contino sempre di meno e le parole al giorno d’oggi assumano talvolta significati quasi opposti a quelli che rintracciamo nei dizionari), e non lo è nemmeno dal punto di vista sostanziale: il matrimonio è l’unione di un uomo e di una donna che suggellano un patto senza data di scadenza né fini espliciti, se non quello di mostrare la propria disponibilità alla vita che potrà venire, accoglierla, proteggerla, educarla e fornire alla società intera il dono impagabile di una nuova generazione.

Leggi tutto

Politica

La bimba down che tolse le parole alla Merkel

Una diciottenne come tante altre, ma che a differenza di tante altre ha un cromosoma “maggiorato”, ha inchiodato la cancelliera tedesca all’ineludibile confronto con la realtà: la legge permette l’aborto dei bambini down anche in stadio avanzato della gestazione, e balzando oltre tutte le ipocrisie e i convenevoli Natalie ha chiesto alla politica: «Perché? Io voglio vivere!»

Leggi tutto

Politica

Perchè il PDF serve ancora di più

Il centrodestra ha convenuto che sarà il M5S a esprimere il presidente della Camera (Roberto Fico), mentre toccherà a Forza Italia la seconda carica dello Stato (candidata probabile Anna maria Bernini). Giorgia Meloni è ridotta al ruolo di comparsa dopo aver accarezzato il sogno di diventare presidente della Camera nel solco di Fini. Si apre una stagione in cui per i cattolici ci sarà spazio solo nel segno di un’autonomia politica valoriale.

Leggi tutto

Politica

Perché non siamo soli ma siamo solo noi

Mirko De Carli risponde ad un lettore su presente e futuro del Popolo della Famiglia dopo il voto emerso dalle urne europee

Leggi tutto

Società

ALTRO CHE DDL ZAN: LA LEZIONE DELLA ROWLING

La scrittrice ha sottolineato: “Mi sono allontanato da Twitter per alcuni mesi prima e dopo aver condiviso il mio sostegno per Maya, perché sapevo che non fosse fatto bene alla mia salute mentale. Sono ritornata da solo perché volevo condividere gratis un libro per bambini durante il l ‘’ ogni donna è coinvolta in questo dibattito in - TERF “.La sigla TERF è un termine coniato dagli attivisti Lgbt che significa femminista radicale trans-esclusivo e comprende molte diverse tipologie di persone come una madre che ha paura suo figlio voglia cambiare sesso per sfuggire al bullismo omofobico e una signora anziana che ha ammesso di non usare più fare acquisti da Marks & Spencer perché hanno permesso a un uomo che si identifica come donna di accedere ai camerini destinati alle donne, e molti altri esempi.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2024 La Croce Quotidiano