Società

di Roberto Signori

Inaugurata la prima stazione di idrogeno circolare a Roma

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Roma apre la prima stazione di rifornimento di idrogeno circolare e si posiziona all’avanguardia nella promozione della mobilità sostenibile grazie ad un ambizioso progetto che mira a ridurre le emissioni di CO2. Quest’innovazione rappresenta un importante passo verso un futuro più pulito e sostenibile per la mobilità delle città italiane.

Questa iniziativa, sviluppata da MAIRE nel contesto del progetto UE “IPCEI Hy2Use”, offre un approccio circolare che riduce al minimo le emissioni di CO2, producendo idrogeno attraverso il primo impianto waste-to-hydrogen in Italia.

L’inaugurazione ha visto la partecipazione di rappresentanti istituzionali del governo, della Regione Lazio e del Comune di Roma, sottolineando l’importanza di questa iniziativa per lo sviluppo della mobilità sostenibile e la transizione energetica. Roma si prepara così a un futuro sostenibile, dimostrando la volontà di adottare soluzioni innovative per l’energia e il trasporto, e diventando una delle città all’avanguardia nella lotta al cambiamento climatico.
La collaborazione tra Q8, la compagna petrolifera internazionale, e Maire (gruppo societario italiano attivo nel settore ingegneristico) ha portato alla realizzazione a Roma della prima stazione di rifornimento di idrogeno circolare. Questo progetto rappresenta un importante passo avanti nella promozione della mobilità sostenibile nella capitale italiana.

Idrogeno circolare a Roma: la nuova frontiera della mobilità sostenibile

La stazione, che sarà presto aperta al pubblico, presenta le seguenti caratteristiche:
L’inaugurazione di questa stazione è stata un evento di prestigio, con la presenza del Ministro Salvini, sottolineando l’importanza dell’idrogeno e dei biocarburanti per raggiungere la neutralità tecnologica. Questo progetto rappresenta una pietra miliare per la mobilità sostenibile, offrendo un punto di svolta nella distribuzione di un carburante a ridotto impatto ambientale.
La tecnologia all’avanguardia del progetto Q8, chiamata “Waste to Chemical“, rappresenta un importante contributo alla gestione sostenibile dei rifiuti. Questo innovativo processo converte i rifiuti non riciclabili in idrogeno circolare, riducendo l’impatto ambientale e promuovendo l’economia circolare. Grazie a questa tecnologia all’avanguardia, l’impianto Q8 di Roma diventa un punto di riferimento per la sostenibilità e l’efficienza energetica.
Durante la cerimonia inaugurale, l’azienda Q8 ha presentato il suo ultimo prodotto, il biocarburante HVO+.

  • Capacità di rifornimento fino a circa 700 kg al giorno.
  • Rifornimento per veicoli leggeri e pesanti, sia pubblici che privati.
  • Contribuisce a ridurre l’impatto ambientale del trasporto su strada.

MyRechemical e Q8: trasformare i rifiuti in soluzioni sostenibili

L’impianto di rifornimento ad idrogeno circolare offre servizi per veicoli leggeri e pesanti, sia pubblici che privati, rappresentando un’alternativa promettente per il trasporto. Questo contribuisce alla mobilità sostenibile, riducendo le emissioni di gas serra nel settore dei trasporti. L’idrogeno come fonte energetica fornisce un’opzione pulita ed efficiente per i cittadini di Roma.

Grazie all’utilizzo dell’idrogeno circolare, le emissioni di CO2 verranno ridotte di oltre il 75% rispetto all’uso del diesel. La stazione di rifornimento si basa su una soluzione sviluppata da MyRechemical, una società controllata da NextChem, che trasforma scarti non riciclabili in idrogeno circolare. Questa tecnologia innovativa contribuisce alla riduzione delle emissioni e promuove la sostenibilità ambientale.
Roma si prepara così a un futuro sostenibile, dimostrando la volontà di adottare soluzioni innovative per l’energia e il trasporto, e dimostrando di essere una delle città all’avanguardia nella lotta al cambiamento climatico. L’investimento governativo conferma l’importanza e l’impatto positivo di questa stazione di rifornimento, che si pone come esempio di come la collaborazione tra aziende specializzate e il sostegno del governo possano portare a risultati concreti nella riduzione delle emissioni di carbonio e nell’adozione di fonti energetiche più pulite. L’idrogeno circolare si profila come un’alternativa valida al diesel tradizionale, aprendo nuove opportunità per la mobilità sostenibile e promuovendo una transizione energetica più verde per il futuro di Roma e dell’Italia.

Questo innovativo carburante formulato con materie prime rinnovabili abbatterà fino al 90% delle emissioni, contribuendo alla riduzione dell’impatto ambientale del settore dei trasporti e promuovendo la mobilità sostenibile.

Una svolta per la mobilità sostenibile

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

11/07/2023
2902/2024
Sant'Augusto Chapdelaine martire

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Media

LA CROCE FESTEGGIA I 500 NUMERI

Il Popolo della Famiglia e La Croce sono strettamente uniti, pur in una reciproca sostanziale autonomia, perché fin dal primo numero noi abbiamo indicato una soluzione politica a questa terribile condizione di una pallina che rotola sul piano inclinato della nichilista cultura della morte che anima i nostri legislatori: farsi legislatori. Impegnarsi a dare un pugno al piano inclinato ribaltandolo, cercando consenso dopo aver svolto una capillare opera di informazione sui rischi che normative come quelle approvate contro la vita e contro la famiglia in questa legislatura comportano. Il cristiano non può disinteressarsi a quel che sta accadendo, non può rinunciare a battersi pensando che il male che si sta facendo non è affar suo o non può fermarlo. Non è davvero il tempo di cristiani tiepidi e mosci che alzano le mani e si arrendono senza aver neanche reso testimonianza alla grazia fondamentale derivante dall’incontro con Cristo e cioè la scoperta che non può esserci alcuna libertà fuori dalla verità. La Croce è nata per ribadire questa testimonianza cristiana, per analizzare con spirito di verità quel che “il mondo” ci propone nel tempo in cui ci è dato di vivere, senza ficcare la testa sotto la sabbia e comprendendo che alcuni atti che sono violentissimi perché legislativi necessitano una risposta competente, mediaticamente efficace e anche politicamente organizzata.

Leggi tutto

Società

Italia che strano Paese

Che strano Paese che siamo. L’Italia meravigliosa e gloriosa di una storia che affonda le sue radici in migliaia di anni fa, che inventato il diritto e le forme più belle dell’arte, che racchiude come in uno scrigno tesori anche naturali senza pari, oggi proprio da un virus scatenatosi in natura viene deturpata. Paghiamo anche l’incompetenza degli uomini che ci governano, i loro ritardi, le loro vanità, i loro pasticci. Non siamo per niente un modello, siamo il Paese con più morti al mondo a causa loro, sarebbe davvero il tempo che Conte la smettesse di rendersi ridicolo autoelogiandosi in ogni conferenza stampa.

Leggi tutto

Politica

Roma: Gualtieri presenta la sua Giunta

Il neosindaco di Roma Roberto Gualtieri ha presentato la giunta capitolina che lo affiancherà durante questa consiliatura

Leggi tutto

Società

Lettera al Presidente della Repubblica di un disoccupato over 50 con obbligo vaccinale

Una lettera al presidente della Repubblica Mattarella con i ringraziamenti al governo dei “migliori” per il disinteresse dimostrato verso i reali problemi della popolazione italiana. La carta verde è incostituzionale, inutile e dannosa per la gente ma utilissima per il controllo delle masse.

Leggi tutto

Chiesa

Sugli accorpamenti di diocesi

Anche la concreta strutturazione ecclesiale non nasce dal caso ma da certa mentalità.
Sono per quello che colgo finora contrario all’accorpamento delle diocesi perché il vescovo deve stare vicino alla gente, secondo me deve essere più un parroco. I vescovi oggi sono orientati strutturalmente alle burocrazie e alle astrazioni di palazzo. In una concatenazione di cause tutto è costruito con gli schematismi del razionalismo. Gli accorpamenti tra l’altro rendono più difficile una più diffusa, meno incanalata dall’alto, partecipazione.

Leggi tutto

Politica

Politica – Ecco I ministri del governo di Giorgia Meloni

Questa mattina il governo Meloni ha giurato davanti al Presidente della Repubblica

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2024 La Croce Quotidiano