Storie

di Nathan Algren

CILE: i giovani verso Lisbona

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Anche i giovani dell’Arcidiocesi di Concepción sono pronti per incontrare Papa Francesco alla Giornata Mondiale della Gioventù dal 1 al 6 agosto a Lisbona. I preparativi che li ha visti coinvolti sono iniziati già dallo scorso anno e si sono sviluppati in tante attività diverse.

“Nell’arcidiocesi di Concepción è attualmente presente una delegazione di 160 persone, tra cui molti giovani studenti universitari, delle scuole, delle parrocchie, dei movimenti e di altre realtà della nostra Chiesa” riferiscono i Delegati Episcopali del Vicariato per la Pastorale Giovanile. “In vista della prossima Giornata Mondiale della Gioventù, dallo scorso anno tutti loro hanno lavorato e fatto pellegrinaggi. Alcuni hanno iniziato il loro percorso verso la GMG da quando gli è stato proposto che avrebbero preso parte all’evento in Portogallo.”

“Il nostro lavoro – ha spiegato una delle delegate – è stato essenzialmente quello di accompagnare, attraverso incontri diocesani, i giovani della diocesi ma anche quelli che fanno parte di movimenti e congregazioni. Nel percorso finora fatto sono state realizzate campagne di sostegno per raccogliere i fondi necessari. Abbiamo preparato momenti formativi, tra questi cinque incontri diocesani nei quali i giovani che hanno partecipato alle precedenti GMG hanno condiviso le proprie testimonianze. Abbiamo tenuto, tra le altre iniziative, incontri sulla fraternità oltre che di preghiera, coaching motivazionale, sviluppo della leadership.”

“Lo scorso 15 luglio abbiamo celebrato una messa di invio nel Tempio di San José de Concepción, per i pellegrini e le famiglie – prosegue la delegata. Il Tempio di San José ha un’importanza rilevante in quanto ospita lo Spazio di Incontro Giovanile ‘Cristo Vive’ dove si svolgono le varie attività giovanili. Nato in seguito all’esortazione apostolica Christus vivit che Papa Francesco pubblicò nel 2019, lo Spazio Incontro Giovani è un luogo che gli stessi giovani della parrocchia hanno richiesto direttamente all’Arcivescovo di Concepción, Fernando Chomali, dove poter svolgere attività di diversa natura, che vanno dalle riunioni alla preghiera, incontri culturali, condivisioni. Inaugurato il 3 settembre 2021, nonostante la pandemia, questo luogo non è riservato esclusivamente ai giovani cattolici, ma possono usufruirne tutti gratuitamente.”
Inoltre, l’11 novembre prossimo, in occasione del più grande pellegrinaggio giovanile nella zona meridionale del Cile che si tiene nella città di Yumbel, i giovani che prenderanno parte alla GMG di Lisbona si ritroveranno a condividere le loro testimonianze così da rendere partecipe l’intera comunità dell’arcidiocesi.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

20/07/2023
1908/2023
San Giovanni Eudes

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Politica

Mai più un soldo pubblico a questi blasfemi (e fuori dalle scuole)

Decine di migliaia di euro in meno di tre mesi quest’anno al circolo gay Cassero di Bologna. Che svolge iniziative volgari e blasfeme. Ora basta

Leggi tutto

Storie

Io, un’ostetrica nell’inferno degli aborti

Il corso di ostetricia che ho frequentato prevedeva diverse ore di insegnamento dei contraccettivi farmacologici, ritenuti i più sicuri ed efficaci per evitare gravidanze, innocui per la salute delle donne il cui diritto alla cosiddetta pianificazione familiare era considerato fondamentale a prescindere dalle esigenze del partner e di conseguenza senza nessuna considerazione dei metodi naturali per la conoscenza della fertilità che implicano una partecipazione attiva del partner e, a mio avviso, una più gratificante e serena vita di coppia perché la fertilità non è vista come un problema da mettere a “tacere” ma è valutata come aspetto determinante al valore di una persona. I metodi naturali ci sono stati presentati come “poco sicuri” rispetto alla pillola anticoncezionale. Ho però notizia da alcune mie colleghe che in altre scuole vengono presentati e valutati correttamente. Anche perché gli studi dimostrano che hanno un’efficacia sovrapponibile a quella dei contraccettivi ormonali, non hanno effetti collaterali e sono a costo zero. La pillola peraltro non viene mai definita una farmaco e per le giovani studenti sembra la cosa più naturale del mondo che una donna debba assumerla per stare bene con se stessa, anche indipendentemente dalla sua vita sessuale. È presentata come un aiuto che diminuendo l’attività delle ovaie ne conserva più a lungo la salute. In realtà il vero toccasana per l’apparato genitale femminile è proprio la gravidanza!

Leggi tutto

Chiesa

Liberato padre Tom

Papa Francesco ha ricevuto in udienza privata Padre Tom Uzhunnalil, il salesiano rapito per diciotto mesi in Yemen e liberato pochi giorni fa. La Società di don Bosco ha deciso che nessun posto sarebbe stato adeguato e sicuro, per lui, quanto la casa salesiana in Vaticano. Il sacerdote si è prostrato a terra per baciare i piedi del vicario di Cristo, il quale ha baciato le mani del confessore

Leggi tutto

Politica

La nuova #roadmap per il Popolo della Famiglia

La percentuale dello 0.7% ha creato in alcuni – devo dire in realtà pochi – una certa delusione. Ora, è ovvio che sarebbe stato meglio ottenere un risultato maggiore, ma la domanda che dobbiamo porci è un’altra: «Noi abbiamo fatto davvero tutto il possibile?». Io credo di sì. Io credo che nelle circostanze date, abbiamo fatto davvero tutto quello che era nel novero delle nostre possibilità. Ora occorre cambiare le condizioni, cominciando proprio dall’allargamento della percentuale di italiani che conoscono il Popolo della Famiglia

Leggi tutto

Politica

Il Popolo della Famiglia all’alba del neo-bipolarismo

Dopo aver perso contro Salvini per averlo attaccato dal fronte piddino, ora la Chiesa sembra soppesare l’opportunità di provare a influenzarlo (e potrebbe essere un ulteriore errore). Peccato, perché il momento sarebbe propizio per la nascita di un vero nuovo bipolarismo: i fattori paiono esserci.

Leggi tutto

Politica

Una crescita figlia della lotta

Il Popolo della Famiglia è oggi quella casa che è rimasta in piedi dopo la tempesta, con porte e finestre spalancate perché mira a lavorare insieme ad altri, mai arroccato nelle proprie certezze ma aperto a nuovi incontri. In particolare mi ha colpito la disponibilità al dialogo con noi di molti cardinali e vescovi con cui ho potuto dialogare anche di persona, da Agrigento a Bologna, da Imperia a Lecce, da Teramo a Cuneo. Confido davvero in un risveglio della Chiesa nel sostegno ai politici impegnati in politica, ma a quei laici che appunto hanno dimostrato di non essere interessati alla poltrona, ma a costruire un orizzonte nuovo per il bene comune.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2023 La Croce Quotidiano