Storie

di Giuseppe Udinov

2 milioni i bimbi sfollati nell’Africa subsahariana

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Nel 2022, il numero totale di bambini dell’Africa subsahariana sfollati all’interno dei propri Paesi è quasi raddoppiato, secondo i dati dell’Internal Displacement Monitoring Centre, ong che si occupa del monitoraggio e della fornitura di informazioni e analisi sugli sfollati interni del mondo. I numeri sono allarmanti e a dichiararlo è Save the Children, organizzazione che opera al fianco dei più piccoli da oltre 100 anni: alla fine del 2022 almeno 1,85 milioni di bambini dell’Africa subsahariana erano sfollati nei loro Paesi a causa degli shock climatici. Le conseguenze dei disastri del clima colpiscono la salute, l’agricoltura, la sicurezza, le abitazioni e il lavoro Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità il cambiamento del clima rappresenta la più grande minaccia sanitaria dell’umanità.

Le inondazioni nello Stato di Borno e in altre parti della Nigeria hanno causato l’aumento del numero di spostamenti interni provocati da questi disastri, tre volte superiore all’anno precedente: da 2,6 milioni del 2021, la stima è salita a 4 milioni nel 2022. Alla fine dell’anno, almeno 854 mila persone sono rimaste sfollate, tra cui si stima ci siano 427 mila bambini. Non solo: in Somalia cinque stagioni delle piogge mancate hanno portato circa 6,6 milioni di persone, il 39% della popolazione, a livelli critici di fame. Il Paese è, così, al secondo posto per numero di sfollati interni, con 1,1 milioni di persone. Questi dati evidenziano come i diritti dei minori in tutta la regione vengano messi in crisi dai disastri della crisi climatica, così come dichiara Save the Children, nonostante i Paesi dell’Africa abbiano contribuito in misura minore alla crisi, con la quota più bassa di emissioni globali di gas serra tra tutte le regioni del mondo.

Secondo l’Organizzazione, con l’affermarsi del modello climatico “El Niño”, fenomeno climatico che provoca eventi meteorologici estremi, come l’ulteriore aumento delle temperature, temporali e alluvioni, è probabile che nel 2023 le cifre degli sfollati interni diventino ancora più allarmanti. Nello Stato di Borno, nel nordest della Nigeria, le inondazioni hanno costretto oltre 30 mila persone ad abbandonare le loro case nel 2022. Una bambina di 13 anni, a cui è stato dato il nome fittizio di Falmata, racconta la sua esperienza: “La vita è stata dura: ci siamo separati dai membri della famiglia e non abbiamo più avuto loro notizie. Abbiamo trovato una piccola stanza per ripararci ma la struttura è pessima, perché è stata rovinata dalla pioggia. I soffitti perdono e alcune parti della stanza sono aperte. Quando vedo le nuvole, ho paura e mi torna in mente l’alluvione”.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

07/09/2023
2202/2024
Cattedra di S. Pietro

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Storie

L’eugenolo: potenziale antivirale contro il COVID-19

Una collaborazione tra l’Istituto di nanotecnologia del Cnr e le Università della Calabria e di Saragozza ha mostrato che la piccola molecola di questo composto naturale inibisce la proteina 3CLpro del virus SARS-CoV-2, fondamentale per la sua replicazione. Lo studio pubblicato su Pharmaceuticals apre nuove prospettive, da approfondire con ulteriori ricerche

Leggi tutto

Chiesa

Somalia - Monsignor Bertin invita all’unione

La Somalia, alle prese con gravissimi problemi, resta sospesa dal punto di vista politico e quindi esposta al caos, anche a causa dell’incerto processo elettorale. Un accordo aveva stabilito che le elezioni si dovessero tenere entro il 25 febbraio, ma il perdurare delle tensioni fa pensare a un ennesimo posticipo.

Leggi tutto

Società

Quando il cervello è troppo connesso

Recentemente si è anche scoperto che la capacità di comunicazione neuronale costituisce una sorta di “impronta digitale” del nostro cervello che caratterizza gli individui e li differenzia gli uni dagli altri

Leggi tutto

Storie

Il ruolo del clima nella Rivoluzione Neolitica

Il ruolo del clima nella Rivoluzione Neolitica della Mezzaluna Fertile

Leggi tutto

Storie

Da Lione al cuore dell’Asia

Sono tornate da poco a Lione, la città dove vivono, Anne Robesson e Diane Angleys, rispettivamente 26 e 27 anni, dopo un pellegrinaggio nell’Asia centrale durato circa 9 mesi, iniziato l’ottobre del 2022 e terminato agli inizi di luglio.

Leggi tutto

Società

L’AIFA invita a segnalare le reazioni avverse da vaccino

L’Agenzia italiana del farmaco rinnova su Twitter un invito ai medici a segnalare un paziente che abbia abbia avuto una reazione avversa in seguito alla vaccinazione

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2024 La Croce Quotidiano