Chiesa

di Tommaso Ciccotti

Papa Francesco: ci vuole tenerezza nella Chiesa

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Una mensa quotidiana per i poveri, laboratori artigianali, servizi di recupero scolastico, spazi di dialogo per famiglie in difficoltà: con queste iniziative, a Gela, la Fraternità Apostolica della Misericordia e la Piccola Casa della Misericordia cercano di “abbracciare nella carità tutte le persone e tutta la persona, facendo fronte a molteplici esigenze”. Francesco lo sottolinea, nella Sala Clementina del palazzo apostolico, incontrando il folto gruppo di pellegrini siciliani giunti a Roma per celebrare due anniversari: i 25 anni della Fraternità e i 10 anni di quella “casa” nata da un’idea stessa del Papa, suggerita nel 2013 a un giovane sacerdote di Piazza Armerina - don Pasqualino Di Dio - che gli aveva parlato della realtà sociale della sua diocesi e delle difficoltà di tante famiglie,

Vi siete lasciati provocare e inquietare dai bisogni dei fratelli e delle sorelle che Dio ha posto sul vostro cammino, specialmente degli ultimi e dei più bisognosi. Di fronte ad essi non siete “passati oltre”, ma vi siete fermati, facendovi prossimi e prendendovene cura, con creatività, coraggio e generosità, come il buon samaritano che non è andato oltre, e questo è bello. L’invito del Papa è a continuare le diverse opere iniziate, “a coltivare e rafforzare sempre più” la spiritualità della Misericordia e dell’Unico Pane e a rivelare quotidianamente, nel servizio e nel dono di sé “la tenerezza del volto del Padre”. Imitate Dio che è vicino, compassionevole e tenero; siate anche voi vicini alla gente, compassionevoli, con tanta compassione e con tenerezza. Ci vuole tenerezza nella Chiesa. Fate tutto con un solo desiderio: che le persone che vi incontrano giungano a conoscere Lui. Cercate, nel fare il bene, di scomparire, con umiltà, perché in ciò che fate appaia il Signore solo e tutti arrivino a Lui. Come diceva Santa Faustina Kowalska, che insieme a San Giovanni Paolo II ispira la Fraternità e la Casa della Misericordia, “un’anima umile influisce sulla sorte del mondo intero”, ricorda Francesco, aggiungendo che questo accade “perché l’umiltà rende vicini a Dio e ai fratelli, capaci di una carità delicata, discreta e silenziosa che fa nobile il dare, facile il ricevere e naturale il condividere”.

Abbiate perciò sempre, verso le persone che il Signore vi affida, un tratto riservato e gentile, e uno stile di nascondimento, come quei genitori, o amici, o fratelli e sorelle la cui presenza, là dove c’è bisogno, è così spontanea e “normale” da passare quasi inosservata. Esserci senza farsi vedere: questo non è facile, anche questo è santità. Del resto Dio ci ama in questo modo: con umile magnanimità, istante per istante, donandoci tutto senza pretendere nulla in cambio. Due gli atteggiamenti che il Papa suggerisce, infine, a quanti si impegnano a Gela nella Piccola Casa della Misericordia: “una santa inquietudine creativa e tanta umiltà”. Con l’obiettivo di “essere pronti e concreti nel rispondere ai bisogni dei fratelli e, al tempo stesso, per portare tutti a un incontro personale con il volto misericordioso del Padre”.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

07/11/2023
2502/2024
San Tarasio

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Chiesa

Koch: il Battesimo è vincolo di unità tra tutti i cristiani

Il prefetto del Dicastero per la Promozione dell’Unità dei Cristiani, in chiusura della XIII Assemblea della Federazione luterana mondiale, esprime a nome della Chiesa i suoi auguri al neopresidente: non trascuriamo “i ricordi dolorosi” impressi “nella nostra memoria confessionale”, ma affrontiamoli alla “presenza guaritrice e riconciliatrice di Dio”

Leggi tutto

Chiesa

Papa: le armi si fermino

Nelle parole di Papa Francesco dopo l’Angelus domenicale, il suo dolore per quanto sta accadendo in Israele. La sua preghiera è per le famiglie delle vittime e per chi sta vivendo ore di terrore e di angoscia.

Leggi tutto

Chiesa

Papa Francesco: i cristiani credibili fanno quello che dicono

Nella sua catechesi prima dell’Angelus, sulle parole di Gesù su scribi e farisei che “dicono e non fanno”, il Papa invita tutti, specialmente chi ha responsabilità nella società o nella Chiesa, a non avere “il cuore doppio” e a non preoccuparsi solo “di mostrarci impeccabili all’esterno”

Leggi tutto

Chiesa

Papa Francesco racconta il presepe in un libro

Un volume della Piemme in coedizione con la Libreria Editrice Vaticana raccoglie una serie di testi, riflessioni, discorsi e omelie che il Papa ha dedicato alla rappresentazione della Natività. Di seguito il testo integrale dell’introduzione firmata dal Pontefice

Leggi tutto

Chiesa

Il Papa ai giovani: costruite un mondo di pace

Papa Francesco scrive ai giovani di Taizé che partecipano a Lubiana al 46.mo Incontro europeo di fine anno

Leggi tutto

Chiesa

Kummer: dal Papa un richiamo a rispettare i diritti di donne e bambini

La direttrice dell’Istituto di bioetica della Conferenza Episcopale in Austria, Susanne Kummer, accoglie con favore la proposta di un divieto globale della maternità surrogata, pratica definita “deprecabile” da Francesco nel discorso di inizio anno agli ambasciatori presso la Santa Sede: il Pontefice fa fronte a un’importante richiesta di violazione di diritti umani di donne e bambini

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2024 La Croce Quotidiano