Chiesa

di Raffaele Dicembrino

Il magistero di Giovanni Paolo I alla luce della sua biblioteca

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Una ricca biblioteca vissuta come officina di lavoro, parte integrante delle carte del suo archivio privato, la biblioteca personale di Albino Luciani - Giovanni Paolo I (1912-1978), originariamente costituita da circa cinquemila volumi, ha attraversato tutte le sedi nelle quali egli ha esercitato il suo ministero. Carte e biblioteca costituivano, infatti, originariamente un unico corpus e unite giunsero nell’appartamento in Vaticano all’indomani della sua elezione. Dopo la morte, la sua biblioteca è stata in parte dispersa. La parte più consistente è oggi raccolta presso la Biblioteca Diocesana “Benedetto XVI” di Venezia e catalogata nell’ambito di un progetto promosso dalla Fondazione Vaticana Giovanni Paolo I. Il convegno intende presentare il lavoro di ricostituzione e valorizzazione del Fondo librario appartenuto al beato Albino Luciani e approfondire il suo Magistero alla luce della sua biblioteca in occasione della pubblicazione dell’edizione critica dell’opera Illustrissimi, la singolare e fortunata silloge di quaranta lettere immaginarie indirizzate a personaggi e autori di ogni epoca edita da Luciani nel 1976 e ridata alle stampe con l’imprimatur papale nel corso del suo pontificato pochi giorni prima della morte. L’evento si svolgerà venerdì 24 novembre dalle 9 alle 12.30 presso l’Aula Magna della Pontificia Università Gregoriana.

Dopo i saluti istituzionali – aperti dal Rettore della Pontificia Università Gregoriana, padre Mark A. Lewis sj, dal presidente della Fondazione, cardinale Pietro Parolin, e la firma del Protocollo d’intesa tra la Fondazione e la Pontificia Università Gregoriana – il convegno, coordinato dal professor Fabio Pierangeli, docente di Letteratura italiana presso l’Università degli studi di Roma Tor Vergata, prende avvio dai lavori compiuti per il recupero della biblioteca di Luciani con la proiezione di un video e l’intervento di don Diego Sartorelli, direttore della Biblioteca diocesana “Benedetto XVI” e dell’Archivio storico del patriarcato di Venezia. A partire dalle fonti bibliografiche il professor Mauro Velati si soffermerà sulla formazione teologica e spirituale di Luciani, mentre il professor Gilfredo Marengo, del Pontificio Istituto Teologico Giovanni Paolo II, indagherà la connotazione narrativa nella visione pastorale di Luciani. L’attenzione sarà poi rivolta all’opera Illustrissimi. Lettere immaginarie, emblema dello stretto dialogo tra le carte e i libri della biblioteca personale, ora pubblicato dalle edizioni Messaggero Padova con la prefazione del cardinale José Tolentino de Mendonça. Grazie al decennale lavoro di ricerca e allo studio sulle fonti si è reso possibile prendere atto in modo diretto della genesi delle lettere immaginarie della raccolta che per la prima volta viene presentata in edizione critica con l’apparato delle note e delle varianti a cura della dottoressa Stefania Falasca, vicepresidente della Fondazione Vaticana Giovanni Paolo I. Nella prefazione il cardinale José Tolentino de Mendonça afferma con Italo Calvino che se “un classico è un libro che non ha mai finito di dire quel che ha da dire», «questo, senz’ombra di dubbio, è il caso di Illustrissimi” e “ben merita che se ne nutrano nuove generazioni di lettori”. “Sermo humilis e referenze letterarie negli scritti di Luciani: il caso Illustrissimi” è l’intervento di Stefania Falasca, che a riguardo conseguì il dottorato di ricerca in italianistica presso l’ateneo di Tor Vergata portando a riflettere sulla scelta teologica del sermo humilis e la particolare familiarità con la dimensione letteraria quale canone caratterizzante l’intera produzione orale e scritta di Luciani. “‘Tutti costoro si muovono nel villaggio’: la comunità dei personaggi letterari nelle lettere di Illustrissimi” è invece l’originale tema che verrà affrontato dalla professoressa Cristiana Lardo della cattedra di Letteratura italiana dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata.

A conclusione, il dialogo sulla strategia linguistica di Albino Luciani tra il professor Fabio Pierangeli e il ricercatore dottor Simone Martuscelli, vincitore del bando promosso dall’Università di Tor Vergata e sostenuto dalla Fondazione per uno studio riguardante la formazione letteraria attraverso il materiale librario acquisito e ora pubblicato dall’editore Marcianum Press - Gruppo Editoriale Studium dal titolo: Soave e Piano. Il discorso letterario nel magistero di Albino Luciani. Il saggio, incrociando uno studio sui volumi chiosati presenti nella biblioteca di Luciani con un’attenta lettura della sua opera, ricostruisce la strategia linguistica che attraversa l’intero arco della sua predicazione. Brani di alcune lettere di Illustrissimi verranno lette dalla dottoressa Luisa Andreazza, intervallati da interventi musicali di arpa e voce, interpretati dall’arpista Gemma Gresele, dal maestro Cecilia Francesca Romana Valente del Conservatorio di Milano Giuseppe Verdi e dal soprano Francesca Polenta del Conservatorio di Roma Santa Cecilia.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

16/11/2023
2902/2024
Sant'Augusto Chapdelaine martire

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Chiesa

Il “partito” di Pio XII ha un sostenitore eccellente Papa Francesco

Come è stato più volte ribadito in questi anni, anche la prima recezione dell’operato di Pio XII presso la comunità ebraica del tempo appare positiva. Un ebreo convertito al cattolicesimo, come il rabbino capo di Roma Israel Zolli, assume proprio il nome di Eugenio come atto di riconoscenza per quanto Papa Pacelli aveva fatto per la comunità ebraica romana. Atteggiamento diametralmente opposto rispetto alla nota congiunta firmata nel 2009 dai rappresentati dell’ebraismo italiano di allora, Il rabbino capo di Roma, Riccardo Di Segni, il presidente dell’Unione delle Comunità ebraiche italiane Renzo Gattegna e il presidente della comunità ebraica romana, Riccardo Pacifici, pubblicata in occasione della firma di Papa Ratzinger al decreto che proclamava la venerabilità di Pio XII. Nota che esprimeva la persistenza di una valutazione critica

Leggi tutto

Politica

I temi etici non sono politici?

Cosa ha provato a spiegare il Popolo della Famiglia? Che spendere decine di milioni di euro delle casse pubbliche per avviare una pratica generalizzata di selezione eugenetica finalizzata alla soppressione dei nascituri down era una scelta di stampo nazista. Il Nipt senza ombra di dubbio ha quella finalità: è stato reso gratuito in Islanda e in Danimarca a seguito del programma governativo “Down Syndrome free” ottenendo nell’ultimo quinquennio la soppressione del 100% in Islanda e del 98% in Danimarca dei nascituri down individuati dal test. Non sto a dire che per un cattolico tale comportamento e anche tale scelte politica di impiego delle risorse pubbliche dovrebbe implicare una immediata presa di distanza. Ma anche per chiunque abbia un minimo a cuore la sorte dei bambini down, al di là di qualsiasi orientamento religioso, un governatore che avvia questo tipo di “sperimentazioni” dovrebbe risultare immediatamente invotabile.

Leggi tutto

Chiesa

Papa Francesco: i cristiani piccole lampade del Vangelo

All’appuntamento domenicale con l’Angelus in Piazza San Pietro, Papa Francesco spiega la trasfigurazione di Gesù sul monte davanti a Pietro, Giacomo e Giovanni. Francesco, nella seconda domenica di Quaresima, ci guida nel cuore dei discepoli, nell’angoscia della rivelazione del maestro che anticipa la sua morte, nel sogno di un “Messia forte e trionfante” che invece viene infranto.

Leggi tutto

Chiesa

Papa Francesco alle suore: siete presenza viva nella Chiesa

Papa Francesco ha ricevuto le religiose di Santa Giovanna Antida Thouret riunite per il Capitolo generale, la cui apertura coincide con l’avvio del percorso sinodale

Leggi tutto

Chiesa

Papa Francesco: “Non si volti la testa di fronte ai deboli”

Il Papa, nella Messa per la V Giornata mondiale dei poveri, celebrata nella Basilica di San Pietro, chiama i cristiani ad essere convertitori di bene

Leggi tutto

Chiesa

Papa Francesco a Cipro: seconda giornata

Papa Francesco inizia il secondo giorno a Nicosia visitando l’arcivescovo ortodosso di Cipro Chrysostomo

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2024 La Croce Quotidiano