Tag selezionato

#blasfemia

Storie

Pakistan - Prosciolto da accuse blasfemia

L’organizzazione Human Rights Focus Pakistan (Hrfp) ha portato alla luce il caso di Younas Masih, cristiano di Khurrianwala, e vittima di accuse infondate. L’uomo di 68 anni è stato accusato da una coppia di musulmani, convertiti dal cristianesimo poco più di un anno fa. La polizia lo ha liberato dopo le indagini, ma l’uomo e la sua famiglia hanno ancora paura.

Leggi tutto

Storie

PAKISTAN - Cittadini in carcere per presunta blasfemia e uso improprio della legge

La Commissione permanente per i diritti umani del Senato del Pakistan ha reso noto che 179 cittadini pakistani si trovano attualmente in detenzione, e in attesa di processo, con l’accusa di blasfemia. Inoltre 17 persone sono già state condannate per il reato di blasfemia e attendono un secondo grado di giudizio. Le statistiche, definite “strazianti” dalla Commissione nazionale per i diritti umani del Pakistan (NHRC) che ha raccolto ed elaborato i dati, sono state diffuse in seguito all’incidente avvento a scorso agosto a Jaranwala, località del Punjab che ha visto una folla violenta distruggere numerose case e chiese, a causa di una presunta accusa di blasfemia a carico di due cristiani.

Leggi tutto

Storie

Pakistan: pagine del Corano in strada, genitori arrestati per blasfemia

Nonostante lo sdegno per i fatti di Jaranwala non si fermano in Pakistan i casi di abusi della legge che punisce l’oltraggio al libro sacro dell’islam: un sospetto sui loro figli ha portato dritti in carcere i coniugi Shaukat e Kiran Masih in un clima di fortissima tensione. Mentre a Tandlianwala, un’altra località del distretto di Faisalabad, i cristiani sono stati costretti a fuggire di notte dalle loro case perché minacciati dagli estremisti islamici.

Leggi tutto

Storie

PAKISTAN - Tre casi di accuse di blasfemia verso i cristiani in un mese

I cristiani pakistani temono l’insorgere di violenza, già minacciata in occasione del rogo del Corano avvenuto in Svezia, atto prontamente condannato dai credenti in Cristo. Secondo fonti locali, alcuni gruppi radicali potrebbero sfruttare l’incidente del Corano bruciato in Svezia come pretesto per compiere atti di vendetta.

Leggi tutto

Storie

Pakistan: in carcere per blasfemia

Zaki Masih è cristiano ed è stato arrestato dalla polizia di Sargodha. Una disputa su terreni il vero motivo della denuncia; persinbo l’imam si è schierato in sua difesa

Leggi tutto

Storie

PAKISTAN - Cristiano accusato di blasfemia perchè posta un passo biblico

La famigerata “legge di blasfemia” in Pakistan è composta da alcuni articoli del Codice Penale: gli articoli 295 e 295a puniscono, in modo generalizzato, la blasfemia verso la religione; due controversi commi (295b e 295c), in particolare, puniscono con l’ergastolo o con le pena di morte il vilipendio all’Islam, al Corano o al Profeta Maometto. Inoltre l’onere della prova non ricade sull’accusatore ma sull’imputato. La legge è spesso strumentalizzata e tirata in ballo per vendette personali.

Leggi tutto

Storie

Giovane cristiano pachistano condannato a morte

La protesta dell’avvocato: contenuti trovati sul telefono, in quattro anni non sono riusciti a provare il reato. Le false accuse di blasfemia contro le minoranze religiose in Pakistan sono spesso avanzate per risolvere vendette personali, dispute di proprietà, pregiudizi religiosi o rivalità commerciali.

Leggi tutto

Storie

Blasfemia, due ragazzi in cella

Arrestati per avere pronunciato ad alta voce il nome di un diffuso succedaneo del tabacco, due cristiani pachistani di 12 e 18 anni si trovano dal 18 maggio sotto custodia della polizia.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2024 La Croce Quotidiano