Tag selezionato

#polemiche

Società

Francia: polemiche su trasferimento migranti

Fa discutere in Francia la decisione del ministro degli Interni Gérald Darmanin di trasferire circa duecento migranti provenienti dall’Africa orientale dall’arcipelago di Mayotte al castello del XVII secolo di Thiverval-Grignon, poco fuori Parigi, nonostante l’opposizione della popolazione locale.

Leggi tutto

Politica

Via la medaglia a Tito, muro del Pd

«Con Tito io ho perduto un compagno e un amico. Il suo patrimonio ideale e politico non andrà disperso. E l’ha lasciato in mani sicure» scrive sul libro delle condoglianze il capo dello Stato, Sandro Pertini, giunto a Belgrado per i funerali solenni del Maresciallo, il giorno dopo, l’8 maggio 1980. Non è stato lungimirante sul futuro della Jugoslavia sprofondata nella sanguinosa guerra etnica dieci anni dopo. «Con l’amicizia fraterna che a Tito mi legava guardo fiducioso all’amicizia del popolo jugoslavo» conclude di suo pugno il socialista Pertini.

Leggi tutto

Società

Sanremo o il teorema di Duccio

Vedrò Sanremo. Più in generale da bravo nazpop io cerco di non perdermi mai quello che interessa a tanti, perché sono alla fine uno dei tanti. Festival, campionato di calcio, cinema, dischi, comici, programmi tv, serie sulle piattaforme, polemiche, giornali, influencer: seguo tutto e cerco di sapere tutto

Leggi tutto

Politica

Spiegare e resistere: l’aborto è un delitto

Continua la polemica sul convegno antiabortista alla Camera in una sala prenotata da un deputato leghista che manco s’è presentato al convegno e ora si mozzerebbe la mano con cui ha inviato l’email di prenotazione. Tutti fuggono come topi e la Lega si affretta a far sapere che la sua linea politica sull’aborto è “la libera scelta della donna”. Buono a sapersi. Di Repubblica già vi ho detto, oggi pure il Corriere della Sera piazza la storia in prima pagina e l’articolo di pagina 13 titola sulle “frasi choc”, cioè quella in cui si afferma che l’aborto è “inaccettabile anche in caso di stupro”. Che è un’ovvietà per chi considera l’aborto un omicidio e questo lo scriveva Pasolini proprio sul Corriere della Sera. Se l’aborto è la soppressione di una vita umana innocente, perché tale soppressione sarebbe legittimata dallo stupro che l’ha originata?

Leggi tutto

Storie

Francia, prof mostra il dipinto a scuola: proteste e minacce

Gli insegnanti della scuola media Jacques-Cartier di Issou, una cittadina a 40 chilometri a Nordovest di Parigi, da lunedì non fanno lezione.

Leggi tutto

Politica

La sinistra vuole bloccare il patto con Tirana

La sinistra ha già alzato le barricate, puntando i piedi in particolare contro l’accordo tra il governo e l’Albania sui migranti. Pd e compagni avevano promesso ostruzionismo sull’argomento e così è stato a partire dalla prima occasione valida per farlo. Quando si tratta di dire no, la sinistra mantiene sempre le promesse. In commissione Affari Costituzionali della Camera, secondo quanto si apprende da fonti parlamentari, le opposizioni hanno infatti ingaggiato un muro contro muro sul decreto migranti a colpi di emendamenti e recriminazioni contro l’esecutivo.

Leggi tutto

Politica

La dura replica del sindaco

Iniziando da una precisazione- spiegazione su che cosa sia un Centro di permanenza per il rimpatrio, il sindaco di Ferrara, Alan Fabbri passa alla replica puntuale alle parole dell’arcivescovo di Ferrara, Gian Carlo Perego. Uno scontro che si rinnova, peraltro, ancora sull’accoglienza dei migranti. Anche, se come sottolinea nel suo lungo post su Facebook, il primo cittadino i cpr non servono per accogliere, ma per detenere che deve essere espulso, cioè indesiderato sul territorio italiano.

Leggi tutto

Società

Parental control di Stato dal 21 novembre

All’inizio di quest’anno AGCOM (Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni) ha presentato le linee guida destinate ai fornitori di servizi Internet volte a proteggere i minori dai rischi online. Le nuove disposizioni entreranno in vigore dal 21 novembre 2023 e prevedono l’obbligo, da parte dei provider, di attivare strumenti idonei a filtrare automaticamente i contenuti inappropriati per i minori e bloccare il materiale, disponibile in rete, riservato a un pubblico di età superiore a 18 anni. Si tratta insomma di un parental control di Stato, una misura che mira ad evitare l’esposizione di contenuti potenzialmente nocivi per la crescita del soggetto minorenne.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2024 La Croce Quotidiano